Logo Studio GBG - Studio Legale Milano Gasperini Boffelli & Partners
 
SEI IN: Ignora collegamenti di navigazione > Home page

Studio Legale Gasperini Boffelli & Partners 
Milano, Via Podgora 13

LE Competenze
Lo Studio Legale è specializzato nelle materie del diritto civile, commerciale e tributario. L'attività dello Studio include anche il diritto di famiglia, il diritto delle assicurazioni ed il diritto fallimentare, sia in sede stragiudiziale sia nell'eventuale fase giudiziale delle controversie.  
I Professionisti 
 
Avv. Marcello Gasperini
Specializzato in diritto civile e commerciale
Parla inglese e spagnolo.
 



Avv. Boris Boffelli
Specializzato in diritto civile e tributario.
Parla inglese, francese e spagnolo.

 
 
     Lo studio LEGALE 
Lo Studio Legale Gasperini Boffelli & Partners nasce a Milano nel 2004, dall’incontro professionale e dall’iniziativa dei suoi due attuali soci, provenienti da diverse aree di formazione giuridica. Nel corso degli anni il progressivo sviluppo dello Studio e l’incremento dei professionisti che vi collaborano ha favorito un’espansione della clientela (sotto il profilo settoriale e dimensionale), con conseguente ampliamento delle aree di intervento professionale.

Attualmente lo Studio ha acquisito una consolidata clientela prevalentemente imprenditoriale, la cui esigenza di competitività sui mercati nazionali e stranieri determina la quotidiana richiesta di un’assistenza legale il più possibile tempestiva, pratica ed efficace.
Ultime notizie
Comune responsabile per i danni non patrimoniali conseguenti a immissioni sonore
Con sentenza n. 2611 depositata il 1° febbraio 2017, la Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha sancito che dalla condotta colpevole del Comune che non esercita i poteri di vigilanza dopo la concessione del suolo pubblico, consegue la responsabilità dell'ente per i danni non patrimoniali. Leggi >
La contestazione delle bollette di utenze misurate con contatore
La giurisprudenza ha espressamente statuito che nei contratti di somministrazione di utenze in cui i consumi sono calcolati mediante un contatore, al sistema di lettura a contatore è riconosciuto il valore di una presunzione semplice di veridicità, che può essere smentita con qualsiasi mezzo di prova. Sulla scorta di tale principio la Corte di Cassazione ha precisato che in caso di contestazione dei consumi da parte del somministrato, grava sul somministrante l'onere di provare che il sistema di rilevazione dei consumi (ovvero il contatore) fosse perfettamente funzionante, mentre grava sul fruitore l'onere di provare che l'eccessività dei consumi è dovuta a fattori esterni al suo controllo e che non avrebbe potuto evitare con una diligente custodia dell'impianto ovvero di aver diligentemente vigilato affinché eventuali intrusioni di terzi non potessero alterare il normale funzionamento del misuratore ovvero determinare un incremento dei consumi.( Cass. civ. Sez. III, 22/11/2016, n. 23699) Leggi >
Copyright © GASPERINI BOFFELLI & PARNERS
STUDIO LEGALE AVVOCATI MILANO
Via Podgora, 13 - 20122 Milano

tel:  +39 02 45476872
fax: +39 02 45476873


Privacy e Cookie Policy














Fotografia di Alessandro Preti  © Tutti i diritti riservati
Contattaci
CAPTCHA
Change the CAPTCHA code